top
Image Alt
Ciao, Maria Rosa.

L’abbraccio e il ‘grazie’ della Comunità di Romano Banco a Dio, per il dono di Maria Rosa.

”Adorate il Signore, Cristo, nei vostri cuori, pronti sempre a rispondere a chiunque vi domandi ragione della speranza che è in voi. Tuttavia questo sia fatto con dolcezza e rispetto”

Grazie per i momenti vissuti insieme

Gita a Gressoney 2006

 

 

(Vanna e Rossana)

Una foto con la mitica Mariarosa! Sempre presente con noi al Presepe Vivente! Un esempio per tutti noi!

  (Daniele Muzzio)

Facendo la Scuola di Comunità, a pag.167 ho trovato una descrizione perfetta di Mariarosa, che ho avuto modo di frequentare x 33 anni.
Si parla della missione di San Benedetto e dei suoi monaci: “…Nessuno di loro protestava, nessuno si lamentava, nessuno attirava l’attenzione su ciò che si faceva; ma poco per volta i boschi paludosi divenivano eremitaggio, casa religiosa, masseria, abbazia, villaggio, seminario, scuola”.
Lei era cosi. E non si è mai lamentata.


Io sono piena di gratitudine.


(Patrizia De Tomasi)

Chi era Maria Rosa per noi me lo ha fatto capire mio figlio. Ieri sera a tavola parlando accenno che era arrivata la notizia della sua morte.

Dopo un breve momento di silenzio, lui sobbalza e dice: Ah si Maria Rosa, mi dispiace!
Mio figlio è da un pò di anni che non frequenta più la parrocchia, eppure al nome di Maria Rosa è come si fosse illuminato.
Ha stupito anche me e mia moglie. Ecco possiamo dire che Maria Rosa era una presenza, un aiuto per tutta la comunità, ma soprattutto con la sua discrezione era un riferimento anche per i ragazzi.
Essere al servizio di tutti senza apparire.. Questo ci ha fatto vedere e questo servizio porteremo in suo ricordo nel cuore.
Urla e risa dei bambini, richieste insistenti dei genitori, compagnia accorata ad amici e religiosi continueranno ad echeggiare in cielo!

Grazie Maria Rosa

(Giovanni Introcaso)


Cara Mariarosa,

la tua presenza semplice e discreta, la tua disponibilità e dedizione fedele sono stati e resteranno un esempio per tutti noi.

La gioia che diffondevi quando ti si sentiva passare con la tua bicicletta, fischiettante o canterina era contagiosa.

Siamo certi che ti occuperai ancora di noi da lassù, ora che sei faccia a faccia con il Signore.

Grazie!!!

(Renato e Nicoletta)


Ti voglio ricordare così! Con quel sorriso da donare a tutti, con il tuo canticchiare che si sentiva in lontananza quando andavi in bicicletta…
GRAZIE cara Evola… ho avuto la fortuna di conoscerti da bambina… all’oratorio estivo quando mi sgridavi perché volevo venire da te in segreteria x timbrare le tesserine invece di fare le attività …in parrocchia sempre presente e disponibile per qualsiasi cosa…
Ho avuto la fortuna di averti come chierichetta al mio matrimonio! Ho avuto la fortuna di averti presente in asilo con i miei figli! Ho avuto la fortuna di scambiare due parole con te non tanto tempo fa… chi ha avuto la fortuna di conoscerti non ti dimenticherà!

Ciao Mary Pink come ti chiamavano i ragazzi!
(Greta)


Ciao Mariarosa,

questa mattina mi è venuto in mente un episodio: 9 anni fa ero venuta in chiesa per vedere dove e come posizionare le composizioni floreali per il matrimonio di mia figlia. Tu eri indaffarata a pulire e sistemare l’altare ma… ti fermi e mi vieni incontro sorridente, ascolti le mie idee, condividi il mio desiderio di fare qualcosa di bello e mi offri i tuoi consigli. Tutto è deciso, stiamo per salutarci ma all’improvviso mi dici:”Non dimenticarti di far mettere un bel cestino anche sotto il tabernacolo, molti non ci pensano ma Lui è lì ed è importante!”
Presa dai mille preparativi anch’io mi stavo dimenticando che tutto, se vissuto per Lui, acquista il vero significato. Da allora mi è stato sempre chiaro che il tuo servizio alla chiesa di Romano Banco era per l’amore a Gesù presente!

Grazie Mariarosa, e addio, cioè “ad Deum”!

(Eliana Bodini)

Se penso a te, ti penso indaffarata, dietro il vetro dell’oratorio, sull’altare, nella segreteria dell’asilo. E in sella alla tua bici.
Semplice, con i tuoi golfini e le giacche a vento, non hai mai cercato inutili parole ma solo quelle che servivano.

E quante volte le hai usate per ricordarmi di adempiere ai miei doveri – iscrivere i figli alle gite, al catechismo o a tutto quello che mi perdo nel turbinio frenetico della mia vita!
Così, quando al cellulare sentivo:
– Ciao, sono la Mariarosa…
Ti chiedevo:
– Oddio Mariarosa, cosa mi sono persa stavolta?
E tu, con pazienza e ridacchiando mi richiamavi alla mancanza del momento.

In questi ultimi tempi sei mancata.
La tua assenza, si è fatta sentire. Le azioni concrete sono quelle che determinano una presenza e la tua era certamente una presenza forte.

Ora che ti penso davanti al Signore che hai servito in tutti coloro che hai incontrato, immagino quali e quante cose Gli porterai e come Lui ti sorriderà dicendoti:
“Vieni e siedi alla mia destra, perché hai saputo servire nel Mio nome.”
E tu, con quel sorriso schietto, obbedirai, umile e sincera.

Ciao Mariarosa.
Io continuerò a pregare per te, ma tu ricordati di me davanti al Padre. Mi mancherai.

(Elena)

Mi ha sempre colpito il suo modo di esserci, semplice e genuino ma con uno sguardo sempre attento e vigile al tuo bisogno. Una disponibilità verso gli altri che poteva essere solo generata da una grande fede.
(Roberta)

Ciao MariaRosa

In qs 27 anni a Buccinasco ci siamo incrociati mille volte. In Chiesa per un bisogno o una Messa da far dire e tu eri presente.
In oratorio mentre le figlie crescevano fra gioco, amicizia e studio e tu eri presente.
In vacanzina con la tua disponibilità e sorriso ed eri sempre presente.
Grazie per il tuo continuo SI al Signore,  assieme a quello di Franco.
Grazie della tua disponibilità per tutta la nostra comunità parrocchiale
Grazie di averci segnato un bel pezzo di strada.
Dal cielo continuerà la tua presenza con noi, ne sono certo, ancora con più frutto
Ciao MariaRosa
(Paolo Vagni)
Ciao Mariarosa.
Il tuo volto mi è famigliare da praticamente sempre.
Da quando mi davi il ghiacciolo all’oratorio estivo e ci arrivavi per le pallonate conto il muro fino ad oggi che portavi all’uscita le mie figlie all’asilo.
Sempre operosa, sempre lieta e grata senza mai farlo notare o pesare.
Grazie per aver testimoniato così bene cosa vuol dire servire Cristo .
Ci vediamo in paradiso. Magari dandomi un ghiacciolo anche li.
(Alessandro Torretti)

Ricordo di Maria Rosa

 

Un ricordo personale di Maria Rosa, che risale a un bel po’ di tempo fa, ma che dimostra come si sia da sempre interessata al suo prossimo in qualsiasi stagione.

In quegli anni avevo mia mamma colpita da un grave ictus, allettata, ospite in casa mia. D’inverno non mi mancavano aiuti e compagnia, ma d’estate, specialmente in agosto, Buccinasco diventava un deserto. Maria Rosa era sempre di sentinella, non andava mai via. Sapeva che io ero a casa e non mi potevo allontanare, allora spesso nel pomeriggio veniva a trovarci: tra chiacchiere, risate e una preghiera, il tempo passava in un baleno! Per me era una grande grazia che ancora mi riempie di gratitudine.

(Mariarita Brughera)

Boa tarde, morei em casa de Brughera em 1988/1989, lembro como se fosse hoje, Mariarosa chegando para a missa aos domingos e no Oratório aos sábados, em sua bicicleta. Andava sempre, más sempre me dava um sorriso. Meus sentimentos para toda a comunidade.

 

Traduzione:

 

Ho vissuto a casa dei Brughera tra il 1988 e il 1989.

Ricordo come fosse oggi Mariarosa che arrivava con la sua bicicletta a Messa ogni Domenica e in Oratorio tutti i sabato. Era sempre presente e mi regalava sempre un sorriso. Sentite condoglianze a tutta la comunità.

(Helena Perdigão Alves | Belo Horizonte – BRASILE)

Ciao Mariarosa,

sei nei miei ricordi di bambina, di ragazzina all’oratorio feriale con Don Adelio, sei nei miei affetti bambini perchè legata ad ogni cosa bella e a quelle altre che passando da quella Chiesa, hanno segnato passaggi meno felici.

La verità è che sei stata e sei un dono di Dio, semplice, silenzioso e magnificamente sempre, sempre presente.

Prega tu il Signore, affinchè anche io possa dire il mio ‘Totus tuus’.

(Antonia)

Dove siamo

Piazza Santa Maria Assunta, 1.
20090 | Buccinasco (MI)

Segreteria – Tel. +39 02 45713603

Email: parrocchiarbassunta@gmail.com

 

I prossimi eventi
Febbraio 11 @ 8:00 - 20:00
Febbraio 8 @ 8:00 - Maggio 31 @ 17:00